LETTI DI STUPORE – IL DECLINO COME LIBERTA’

“Letti di stupore” è una performance urbana realizzata dall’associazione Alzheimer Fest e dalle Compagnie Malviste per la giornata mondiale dell’Alzheimer il 21 settembre 2017 a Milano. La performance, intitolata “Letti di stupore – Il declino come libertà”, partendo dagli aspetti più duri dell’esperienza vissuta ogni giorno dalle persone con l’Alzheimer (e dai familiari/caregiver), vuole portarci a riflettere sulla possibilità che il tempo della malattia sia anche una stagione “di” vita (non soltanto “della” vita). La performance è nata da un’idea (un racconto) di Michele Farina, giornalista del Corriere della Sera, per ricordare Oscar Selicato, un pioniere dell’Alzheimer Fest.

L’azione urbana è stata realizzata per la prima volta nel cortile d’onore di Palazzo Marino (al termine del convegno internazionale “Alzheimer tra miti e realtà”, organizzato dall’Osservatorio Alzheimer del Comune di Milano). Successivamente la performance è stata replicata sempre a Milano nella Piazza San Fedele e ancora in via Palestro di fronte al PAC, il Padiglione d’Arte Contemporanea.

Alzheimer Fest è un’iniziativa promossa dal Corriere della Sera. Partner scientifico dell’iniziativa l’Associazione Italiana di Psicogeriatria (Aip)

LEGGI QUI L’ARTICOLO

Regia – Alessandro Manzella
Autore – Michele Farina
TIPOLOGIA DI SPETTACOLO

Performance urbana

DURATA

2O minuti

ATTORI

Alvise Campostrini, Sonia Azzi, Roberto Brogi, Veronica Gambini, Rachele Catanese

Menu

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi