FRAMMENTI DI MEMORIE – Giovani assenti nelle serate parlanti

Atto unico che porta sul palcoscenico gli utenti del Laboratorio Occupazionale di via Ojetti a Milano nel ruolo di autori, attori, costumisti, truccatori e scenografi. Nello spettacolo una classe di alunni con i capelli bianchi si racconta. Prendono forma aneddoti, filastrocche, poesie, canzoni, luoghi e persone: storie che danzano a gran festa sul palcoscenico!

“Il cantastorie è un personaggio / che ha compiuto un lungo viaggio / e in tutti i paesi che ha veduto / molta gente ha conosciuto / Da tutti quelli che avvicinava / si faceva dire una fiaba / una conta, una nenia, una storia / che lui poi imparava a memoria / Andava a tirare per le gonne / le più vecchie fra tutte le nonne / le più brave a ricordare / le cantilene, e a raccontare / In tutti i paesi voleva sapere / le filastrocche e le tiritere / i girotondi e le canzoncine / poi di sera si avvicinava / alle porte ed ascoltava / se dietro c’era una mamma / che cantava una ninna nanna / Così passando di porta in porta / ne ha imparato un sacco e una sporta…”

Leggi l’articolo qui

Regia – Alessandro Manzella
Drammaturgia – Alvise Campostrini
Musiche dal vivo – Osvaldo Gledas
Debutto presso il teatro Rosetum di Milano il 27 giugno 2006;
Replica il 22 novembre 2016 presso l’Auditorium dell’Istituto Omnicomprensivo in via Natta a Milano;
Replica marzo del 2007  presso la sala Barozzi di Palazzo Mozart a Milano
Replica  presso la casa di riposo “Palazzolo” della Fondazione Don Gnocchi;
TIPOLOGIA DI SPETTACOLO

Prosa, danza e musica

DURATA

6O minuti

ATTORI

Utenti adulti e anziani del laboratorio occupazionale del comune di Milano

Menu

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi